Una nuova meta-analisi di recenti studi scientifici ha concluso che il consumo di cibi associati alla dieta mediterranea tradizionale sia collegato a un minor rischio di malattie cardiovascolari e malattie coronariche.

Lo studio, condotto dal Prof. Riccardi e altri tre ricercatori dell’Università di Napoli Federico II e pubblicato su Cardiovascular Research, ha esaminato la correlazione tra i singoli gruppi di alimenti e le malattie cardiache, portando alla conclusione che la dieta mediterranea è in grado di ridurre gli eventi di malattie cardiovascolari fino al 50%.

L’intervista al professore e l’approfondimento sullo studio sono stati pubblicati lo scorso agosto su Olive Oil Times, con l’intento di fornire al pubblico un nuovo contesto per vedere cosa mangiano e come fanno le loro scelte dietetiche.

Leggi l’articolo completo su:

Study Suggests New Approach to Promoting a Heart-Healthy Diet – Olive Oil Times

  • News